Direttore musicale

  • Filippo Maria Bressan è uno dei pochi direttori italiani ad essere invitato a dirigere orchestre e compagini di massimo prestigio, quali l'Orchestra e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l'Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice di Venezia.Ospite regolare delle principali società concertistiche e dei maggiori festival di musica sinfonica, antica e contemporanea, quali l'Accademia Chigiana di Siena, la Biennale di Venezia, MiTo Settembre Musica, la Sagra Musicale Umbra, tra le sue molteplici esperienze ha avuto modo di lavorare a fianco di musicisti quali C. Abbado, L. Berio, F. Brüggen, M.W. Chung, C.M. Giulini, E. Inbal, P. Maag, L. Maazel, G. Prêtre, M. Rostropovich, G. Sinopoli, J. Tate, A. Pärt, R. Vlad.

  • Indicato dal M° Giulini come un direttore "di nobile ed elegante semplicità", eclettico, anticonvenzionale, sportivo, ha scelto di seguire le proprie passioni, selezionando sia il repertorio che l'attività concertistica e musicale in genere. Ha diretto in molti teatri e sale da concerto d’Italia, Europa e Sud America e si è dedicato per vent'anni all' Athestis Chorus&Orchestra - complesso barocco con strumenti d'epoca da lui fondato -, con il quale è divenuto uno dei protagonisti della rivalutazione della musica barocca e del rinnovo del repertorio corale e sinfonico.

Direttore in residence dell’Orchestra Jupiter, primo direttore ospite al Teatr Wielki di Poznàn (2008-13), al Teatro Lirico di Cagliari (2011-12), direttore stabile dell’ Academia de li Musici e di Voxonus, ha diretto quasi tutte le principali orchestre italiane, spaziando dalle Ouverture di J.S. Bach a Rendering di L. Berio, dagli oratori di Händel a molte Opere di Mozart e Rossini ma anche di Verdi, collaborando con solisti quali R. Baborák, A. Ballista, P. Berman, R. Buchbinder, M. Campanella, B. Canino, A- Carbonare, G. Carmignola, G. Cassone, C. Colombara, R. Cominati, P. De Maria, E. Dindo, M. Fröst, B. Lupo, S. Mingardo, D. Nordio, M. Pletnev, G.Pretto, C. Sampson G. Sollima e molti altri.

Pianista di formazione, direttore di vocazione, è stato allievo a Vienna di Karl Österreicher per la direzione d’orchestra e di Jurgen Jürgens per la direzione di coro, diventando poi il suo assistente. Perfezionatosi con Gardiner e Leitner, studioso della musicologia e della prassi esecutiva, Bressan rappresenta una sintesi molto efficace ed oggi assai rara di profonda conoscenza della tradizione vocale italiana e della grande scuola sinfonica tedesca. Questa doppia discendenza l’ha portato ad essere considerato tra i maggiori  interpreti nel repertorio sinfonico-corale – che da sempre lo appassiona – e tra i più interessanti specialisti nel sinfonismo, oltreché nell’opera del Settecento e del primo Ottocento, rivisti con attenzione filologica.
Membro del comitato scientifico della Fondazione Rossini di Pesaro dal 2006, ha registrato numerose prime esecuzioni assolute e concerti dal vivo e in mondovisione per la RAI e le radiotelevisioni austriaca, belga, francese, olandese, polacca, slovena e brasiliana. Ha inciso per Amadeus, Chandos, Decca, Deutsche Grammophon, EMI, Virgin. Da molti anni atleta di triathlon, si dedica anche all’insegnamento, alla solidarietà e alla salvaguardia degli alberi.

 

 

Incarico svolto a titolo gratuito.

direttoreartistico@orchestrajupiter.org